Telefono e Fax

Tel: 012548790 Fax: 0125648476

Consulenza Fiscale Tributaria e del Lavoro

MISE: 1 miliardo di euro per investimenti in ricerca e sviluppo industriale

Venerdì 21/01/2022, a cura di AteneoWeb S.r.l.


Il Ministro dello Sviluppo Economico Giorgetti ha firmato un decreto che riforma lo strumento degli Accordi per l’innovazione, per cui è prevista, dal Fondo complementare al PNRR, una dotazione finanziaria di 1 miliardo di euro.

Il Decreto, in particolare, prevede procedure semplificate per la concessione di contributi e finanziamenti agevolati per realizzare progetti di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale di rilevanza strategica per la competitività tecnologica di imprese e centri di ricerca presenti sul territorio nazionale, anche al fine di favorire l’innovazione di specifici settori, salvaguardare l’occupazione e rafforzare la presenza di prodotti italiani in mercati caratterizzati da una forte competizione internazionale.

"Con la riforma degli Accordi per l’Innovazione puntiamo a semplificare e velocizzare le procedure amministrative per erogare in tempi brevi i contributi e finanziamenti agevolati per le imprese che investono su ricerca e lo sviluppo sperimentale per realizzare nuovi prodotti e innovativi modelli produttivi”, ha dichiarato il ministro Giorgetti.  

Beneficiarie delle agevolazioni sono le imprese di qualsiasi dimensione che svolgono attività industriali, agroindustriali, artigiane e che presentano progetti, anche in forma congiunta tra loro, di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzati alla realizzazione di nuovi prodotti, processi, servizi o al loro miglioramento tramite lo sviluppo delle tecnologie definite dal programma “Orizzonte Europa”:
  • Tecnologie di fabbricazione
  • Tecnologie digitali fondamentali, comprese le tecnologie quantistiche
  • Tecnologie abilitanti emergenti
  • Materiali avanzati
  • Intelligenza artificiale e robotica
  • Industrie circolari
  • Industria pulita a basse emissioni di carbonio
  • Malattie rare e non trasmissibili
  • Impianti industriali nella transizione energetica
  • Competitività industriale nel settore dei trasporti
  • Mobilità e trasporti puliti, sicuri e accessibili
  • Mobilità intelligente
  • Stoccaggio dell’energia
  • Sistemi alimentari
  • Sistemi di bioinnovazione nella bioeconomia
  • Sistemi circolari


I progetti di ricerca e sviluppo non devono avere una durata superiore a 36 mesi, essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazioni al Ministero dello sviluppo economico e devono prevedere spese e costi ammissibili non inferiori a 5 milioni di euro.

Fonte: https://www.mise.gov.it
Le ultime news
Ieri
La Gazzetta Ufficiale 121 del 25 maggio 2022 pubblica il decreto MEF n. 55 del 11.03.2022, che entrerà...
 
Ieri
Nella Circolare n. 18/E del 25 maggio 2022 l'Agenzia delle Entrate fornisce tutti i dettagli in merito...
 
Ieri
La Legge di Bilancio 2022 ha previsto la possibilità, per docenti e ricercatori rientrati in Italia...
 
Giovedì 26/05
Con la Risposta n. 294 del 24 maggio 2022 l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che il rimborso da parte...
 
Giovedì 26/05
E' stata riaperta la piattaforma ecobonus.mise.gov.it sulla quale i concessionari possono prenotare i...
 
Giovedì 26/05
I prospetti riepilogativi rinvenuti presso terzi dalla GdF, contenenti un piano di incentivi, celavano...
 
Mercoledì 25/05
Con Provvedimento del 20 maggio 2022 l'Agenzia delle Entrate illustra le regole per fruire del nuovo...
 
altre notizie »
 

Studio Tributario Ceda

Piazza Freguglia, 13 - 10015 Ivrea (TO)

Tel: 012548790 - Fax: 0125648476

Email: paola@studioceda.com

P.IVA: 03146100015

Pagina Facebook Studio Tributario CEDA <br> | Commercialisti Ivrea Pagina Twitter Studio Tributario CEDA <br> | Commercialisti Ivrea Pagina Google Plus Studio Tributario CEDA <br> | Commercialisti Ivrea Pagina Linkedin Studio Tributario CEDA <br> | Commercialisti Ivrea