Telefono e Fax

Tel: 012548790 Fax: 0125648476

Consulenza Fiscale Tributaria e del Lavoro

Bonus "Teatro e Spettacoli" e "Tessile e Moda": le istruzioni per accedere alle agevolazioni

Mercoledì 13/10/2021, a cura di AteneoWeb S.r.l.


Con Comunicato Stampa dell'11 ottobre 2021 l'Agenzia delle entrate informa della pubblicazione di due distinti Provvedimenti con i quali vengono definite modalità, contenuti e termini di presentazione delle comunicazioni da inviare per usufruire delle  agevolazioni introdotte dal Dl Sostegni e dal Dl Rilancio a favore di settori particolarmente colpiti dalla pandemia, come quello delle attività teatrali e spettacoli dal vivo e quello del tessile, della moda e degli accessori.

In particolare, le domande per il bonus "Teatro e Spettacoli" possono essere inviate in via telematica, direttamente dal contribuente oppure tramite un soggetto incaricato della trasmissione delle dichiarazioni, dal 14 ottobre al 15 novembre 2021.
Il bonus è riconosciuto alle imprese che effettuano attività teatrali e spettacoli dal vivo, anche attraverso l'utilizzo di sistemi digitali e utilizzabile esclusivamente in compensazione. Ai soggetti che operano in questo settore e che hanno subito nell'anno 2020 una riduzione del fatturato di almeno il 20% rispetto al 2019, è riconosciuto un credito di imposta pari al 90% delle spese sostenute nel 2020, che spetta anche se le attività sopra indicate hanno avuto luogo attraverso l'utilizzo di sistemi digitali per la trasmissione di opere dal vivo, quali rappresentazioni teatrali, concerti, balletti. 

L'agevolazione per il settore "Tessile, Moda e Accessori", va invece a sostenere le imprese attive nell'industria tessile e della moda, delle calzature e della pelletteria. Si tratta di un credito d'imposta riconosciuto nella misura del 30% del valore delle rimanenze finali di magazzino, eccedente la media del medesimo valore registrato nei 3 anni precedenti a quello di spettanza del beneficio. 
Per accedere al credito d'imposta, utilizzabile esclusivamente in compensazione, occorre comunicare all'Agenzia delle Entrate tale "incremento di valore delle rimanenze finali di magazzino" al fine di consentire l'individuazione della quota effettivamente fruibile del credito. La comunicazione per l'accesso al credito deve essere inviata esclusivamente con modalità telematiche, direttamente dal contribuente oppure tramite un soggetto incaricato della trasmissione delle dichiarazioni.

Fonte: https://www.agenziaentrate.gov.it
Le ultime news
Venerdì 22/10
Il secondo comma dell’art. 2086 del Codice Civile, come introdotto dal D.Lgs 12 gennaio 2019 n...
 
Venerdì 22/10
Il chiarimento è contenuto nella Circolare n. 30/2020 dell'Agenzia delle Entrate, dove viene...
 
Venerdì 22/10
Si è aperta il 20 ottobre la finestra temporale per presentare le domande per accedere al credito...
 
Venerdì 22/10
Il 19 ottobre è stata firmata la convenzione tra la Corte Suprema di Cassazione e il Dipartimento delle...
 
Venerdì 22/10
Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Documento programmatico di bilancio per il 2022, che illustra...
 
Giovedì 21/10
AteneoWeb vi segnala il corso di approfondimento ed aggiornamento online La riforma del Terzo Settore...
 
altre notizie »
 

Studio Tributario Ceda

Piazza Freguglia, 13 - 10015 Ivrea (TO)

Tel: 012548790 - Fax: 0125648476

Email: paola@studioceda.com

P.IVA: 03146100015

Pagina Facebook Studio Tributario CEDA <br> | Commercialisti Ivrea Pagina Twitter Studio Tributario CEDA <br> | Commercialisti Ivrea Pagina Google Plus Studio Tributario CEDA <br> | Commercialisti Ivrea Pagina Linkedin Studio Tributario CEDA <br> | Commercialisti Ivrea